Casa di Fiaba

Non tutti gli albi hanno una storia vera e propria, possiamo trovare spunti da un albo illustrato che magari gioca con le parole o con immagini apparentemente senza significato. Non scartiamo un albo solo perché ci sembra che i bambini non possano riconoscersi in un personaggio, anzi usiamoli per permettere che nella Casa sull’Albo sia il bambino stesso a costruire dentro quello che vuole ispirandosi magari solo a una parola o a un colore che lo colpisce tralasciando per una volta una struttura narrativa ben precisa…saranno sorprendenti le risposte che avremo dai nostri bambini.

L’albo che mi aiuta oggi è un capolavoro in rima con immagini evocative uniche: le parole usate e la musicalità con cui viene utilizzata la nostra lingua introdurrà i bambini alle infinità possibilità con cui si possono scrivere e narrare le storie.

E inoltre rappresenta benissimo il progetto della Casa sull’Albo:

“Casa sprangata,

porta sul mondo,

orto e giardino

parco di re.

Oggi, seduta

Qui sulla soglia,

guardo i tuoi muri

e vedo me.”

Illustrazioni: Anna Emilia Laitinen Testo: Giovanna Zoboli, Casa di Fiaba. Ed. Topipittori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...