Parole intraducibili

Ieri ho svolto un laboratorio narrativo che mi ha entusiasmato. Sto seguendo, sempre per il progetto Save the Children per l’Educazione, tre bambine che ieri mi hanno regalato momenti inaspettati di fantasia e immaginazione.

Perdersi nella traduzione e…inventare storie…divertenti, poetiche, inaspettate.

Il libro di cui parlo oggi è unico, vi verrà voglia di uscire a cercarlo. Per chi ama leggere e viaggiare come me è il libro perfetto perché praticamente farete il giro del mondo attraverso le parole: vocaboli unici, intraducibili in altre lingue e difficili anche da pronunciare.

Leggendo penserete: ECCO, FINALMENTE SO COME MI SONO SENTITA QUELLA VOLTA, oppure NOOOOOO DAVVERO ESISTE UNA PAROLA SOLA PER ESPRIMERE QUEL CONCETTO? Probabilmente a un certo punto vi verrà da piangere o da ridere, o tutte e due, perché ci sono parole intraducibili che trovano proprio quel punto lì, quello debole…o quello nascosto, che avevate dimenticato.

Le storie che hanno inventato le bambine mi hanno fatto ridere, mi hanno fatto sognare e mi hanno portato dritto dritto nella loro Casa sull’Albo!

Siamo andate nel Mali ad una gara a chi impiegava meno PISAN ZAPRA…il tempo di mangiare una banana

Siamo state nell’India sud occidentale dove quattro amiche, per giurarsi eterno affetto, si sono regalate i braccialetti dell’amicizia affinché  gli rimanesse addosso un KARELU, il segno lasciato sulla pelle da qualcosa di stretto.

Poi siamo volate direttamente nelle acque australiane dove, un antico dialetto estinto, il wagiman, ha trasformato una bambina in sirena: con un semplice tocco di MURR – MA la coda della sirena ha trovato  nell’acqua una conchiglia dove poteva sentire il suono del mare, una perla luccicante e un corallo bellissimo.

E abbiamo visto pure in Giappone dove una bambina perdendosi nel bosco ha scoperto il potere del KOMOREBI, la luce del sole che filtra tra le foglie degli alberi.

Si potrebbe andare avanti ore e ore….vi lascio con un video su questo bellissimo libro dove racconto ancora le parole intraducibili…nel frattempo cercate le vostre in ogni angolo della TERRA!

LA MIA PREFERITA E’ QUESTA:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...